In questa sezione è descritto il modo di funzionamento interno della SSPIG.
È una sorta di vademecum ed una carta dei servizi ad uso degli utenti interni della Scuola per capire come orientarsi nel complesso mondo organizzativo della Scuola di formazione che stanno frequentando o intendono frequentare.
La SSPIG aderisce alle Norme generali comuni alle Scuole del Coordinamento Nazionale delle Scuole Private in Psicoterapia.
Ha inoltre delle Norme interne che regolamentano la sua organizzazione interna.
Il Consiglio dei Docenti si distingue in: Consiglio Direttivo, Consiglio Allargato dei Docenti (CAD, costituito da tutti i docenti del centro di formazione) e dal Consiglio Ristretto dei Docenti (CRD, costituito dal Direttore della Scuola, dal Vice-Direttore del Centro e dai Responsabili di Gruppo).
• Il CAD è un organo consultivo, che discute le delibere prese dal Consiglio Direttivo e si riunisce almeno una volta all’anno.
• Il CRD è l’organo decisionale di base per la gestione ordinaria della Scuola; decide anche su questioni straordinarie per delega dal CAD. Sono membri d’ufficio del CRD almeno due dei componenti del Consiglio Direttivo della ARPI.
Altri organi docenti sono:
• Il gruppo Gestore: costituito dai Responsabili di Gruppo di ciascun Centro e si riferisce al CRD. Viene coordinato dal Direttore della Scuola o dal Vice-Direttore.
• Il Consiglio del Centro: costituito da tutti i Didatti e Docenti del Centro. Fa proposte al CRD per eventuali decisioni.
• Il Consiglio di Gruppo: costituito dal Responsabile di Gruppo e dai docenti che abbiano svolto attività nel gruppo almeno tre volte nel corso dell’anno per un minimo di 15 ore di presenza nel gruppo. Si riunisce ordinariamente due volte all’anno e si occupa di redigere un breve resoconto scritto sul progresso della formazione di ciascun allievo.
• Il Vice-Direttore: il centro può nominare un suo Vice-direttore. In assenza di questi, il responsabile esecutivo rimane il Direttore della Scuola.
• Il Responsabile del Gruppo Esperienziale (RG): si occupa del gruppo a livello organizzativo e fa da tramite tra gli allievi e il Direttore e/o Vice-Direttore del Centro.
• Il Referente per la Formazione (RF): di solito un docente esperto nella materia di riferimento, è il responsabile, insieme ad un altro docente, di un gruppo di 4-6 allievi, che segue durante il terzo e il quarto anno fino all’esame di diploma per quello che concerne la formazione come professionista, in stretta collaborazione con il Responsabile del Gruppo Esperienziale, nel quale sono inseriti i suoi allievi.