Convegno “Contaminazione è trasformazione. Quali orizzonti formativi per lo psicoterapeuta contemporaneo?”

L’Associazione Arpi (Associazione di Ricerca in Psicoterapia Interpersonale), che gestisce la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Interpersonale e di Gruppo, SSPIG, propone il convegno “Contaminazione è trasformazione. Quali orizzonti formativi per lo psicoterapeuta contemporaneo?”, in programma presso ex Real Fonderia alla Cala di Palermo, il 5 dicembre p.v. dalle 9 alle 17.

PROGRAMMA DEI LAVORI

Apertura lavori con registrazione ore 9.00

Moderatore: G. Falgares (docente di Psicologia Dinamica presso l’università degli studi di Palermo)

Ore 9.30 E. Riccioli “Quale formazione è auspicabile per affrontare la clinica contemporanea? Dalle procedure standardizzate alla clinica dell’Uno per Uno.

Ore 10.15 G. Villa “Psichiatria transculturale e cinema: inevitabili momenti di confronto e di crescita per i giovani psicoterapeuti”

Ore 11.00 pausa

Ore 11.30 M. Ardito, V. Fiorica, A. Adorno “Orizzonti di cura in dialogo. La storia clinica di Cristina”

Ore 12.00 I. Angelucci “La parola spogliata: disposizione umana del terapeuta”

Ore 12.30 dibattito

Ore 13.00 Pausa Pranzo

Ore 14.30 Poster – Adorno, Fiorica, Ardito – Attraversamenti quali sfide della contemporaneità: il Black English “fuori e dentro” la stanza di terapia.

Ore 15.00 S. De Simone, V. Lucchese “Trame: identità e culture in transito”

Ore 15.30 R. Inglese “Transumanze, migrazioni e trasformazioni: le vie dell’arte nella psicoterapia e nel contesto sociale”.

Presentazione del progetto “Requiem per le genti del Mediterraneo-Progetto ARPI”

Ore 16.00 Dibattito

Ore 16.30 E. Riccioli e G. Falgares Chiusura dei lavori.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.